Che cosa accade se questa sera è già primavera, sempre

Che cosa accade se questa sera è già primavera, sempre
rara la sera nei rami sotto il chiaro, che cosa accade se
tutto questo l’ho vissuto ancora e ero io passato al grigio
delle mani; e so già altrove che ho vissuto la primavera
come questa, so dell’erba e adesso entro in aria e sono
la luna separata da un guanto e proprio così è pensare
che ci sono posti belli per me, e primavera e erba.
Come odissea di capre pecore e tromboni ora
entro e sono i fili, il giorno più chiaro,
un’ariaccia spacciata nelle foglie.

Alberto Cellotto (Treviso, 1978), da Non essere (Vydia, 2019)



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...