Nevica polline quasi la primavera

Nevica polline quasi la primavera
volesse imitare Natale
e invece è uscire dalle mura
questo maggio, respirare ampio
gettare i pensieri di un inverno
che hanno infeltrito i maglioni.
È la speranza di un futuro
a far nido sotto ai tetti
che d’illusioni
di speranze e d’inganni
si rinnovano le stagioni.

Annalena Aranguren (Firenze, 1958), Poesie nell’ordine giusto (Manni, 2014)

Annunci