Eri sospesa come in figura il fante

Eri sospesa come in figura il fante
o le corde che involano l’atleta
la pelle tesa nella postura slabbrata delle cose.
Sto alla recita come il cattivo attore
il sorriso scontroso al volto spaurito.
Sfuggire il silenzio è per sfuggirsi.

 

Laura Sergio (Lecce, 1983), da Il filo della scure (Manni, 2014)

Annunci