Primavera / la poesia alle elementari

Nell’aria il gergo dei rondoni,
luce lenta,
rivalsa di profumi.
Il bambino scappa in terrazza
passando per gli armadi,
travestito di cose leggere.
Pelle d’oca in maniche corte,
la sua muta di primavera.

 

Ennio Cavalli (Forlì, 1947), da Bambini e clandestini (Donzelli, 2002)

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...