Cu mora prima tra nuautri dui?

Cu mora prima tra nuautri dui?
Tu,
speru,
ca ju ancora sugnu carusa,
e cosi n’aja vìdiri e scrìviri.
Chiancìrti tantu,
nunn’è cosa nova ppi mia:
o vivu o mortu,
cuntu nun mmi n’ha datu mai,
perciò ppi mia
nun cancia assai.

 
Dina Basso (Scordia, 1988), da Uccalamma. Bocca dell’anima (Le Voci della Luna, 2010)

Chi muore prima tra noi due? / Tu, / spero, / ché io sono ancora giovane, / e cose ne devo vedere e scrivere. / Piangerti tanto, / non è cosa nuova per me: / o vivo o morto, / conto non me ne hai mai dato, / perciò per me / non cambia molto.

 

 

Guarda questa bambina / la poesia alle elementari

Guarda questa bambina
che sta imparando a leggere:
tende le labbra, si concentra,
tira su una parola dopo l’altra,
pesca, e la voce fa da canna,
fila, si flette, strappa
guizzanti queste lettere
ora alte nell’aria
luccicanti
al sole della pronuncia.

 

Valerio Magrelli (Roma, 1957), da Disturbi del sistema binario (Einaudi, 2006)