Ero divenuto ormai l’incarnazione

Ero divenuto ormai l’incarnazione
di ciò che perdiamo, in me si raccoglieva
tutto ciò che a poco a poco viene radiato
non prendevo più nota del giorno e dell’ora
mi assentavo
dall’antico fenomeno del mondo.

Milo De Angelis (Milano, 1951), da Incontri e Agguati (Mondadori, 2015)

Annunci

3 commenti on “Ero divenuto ormai l’incarnazione”

  1. Annalisa ha detto:

    Perfetta

  2. Mauro Maule ha detto:

    Questa è la terza poesia che leggo cliccando su questo sito. Utilizzo un link che mi ha passato una professoressa di italiano che si chiama Stefania , nel tentativo di agevolare il progresso spirituale di un meccanico programmatore di macchine utensili CNC. Due poeti da Milano negli ultimi due giorni mi confermano che forse tutto non è ( nemmeno a Milano) capannone e tecnologia , anche se i soldi per le famiglie vengono al 99,9 % dai capannoni e dai macchinari.

  3. Giovanni D'Amiano ha detto:

    La consapevolezza di un’autoemarginazione


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...