Primal

To know a language from within,
Like this house whose keyhole
You slot first time in the dark,
Whose switch you find at a touch,
Give up your hard-bound books,
Find the source of the word.

Beneath speech’s ebb and flow,
There’s the force that moves rivers,
That moulded slippery clay,
Making an orifice for the wind
That whistled and whistled,
Until a mouth emerged and cried.

The order that created light
Wasn’t a test of what will could do,
But a long, desperate howl
Later deciphered as syllables:
A god’s need to be soundly defined
By the scope of the universe.

The necessity that draws a stone
To oneness with its name
Is like the instinct that screams
For the silence of the breast –
Galactic vowels that sustain life
And give the lyric strength.

You know a language to is roots
When torn from your mother tongue
And exiled in speechlessness:
A migrant or refugee
Yearning to be understood,
Extending a lined, eloquent hand.

Tom Petsinis (Macedonia, 1953), da Breadth for a Dying Word (Australian Scholarly Publishing, 2013)

Primigenio

Per conoscere una lingua dall’interno,
Come questa casa, come la serratura
Che infili al primo colpo nel buio,
Come l’interruttore che riconosci al tatto,
Rinuncia ai tuoi libri rilegati
Trova l’origine della parola.

Sotto gli alti e i bassi del discorso,
C’è la forza che muove i fiumi
Che plasmò l’argilla scivolosa
Creando un orifizio per il vento,
Che fischiò e fischiò
Finché una bocca emerse e urlò.

L’ordine che creò la luce
Non fu prova di ciò che può la volontà
Ma un lungo grido disperato
Decifrato più tardi in sillabe:
Il bisogno di un dio di essere definito a pieno
Dall’estensione dell’universo.

La necessità che spinge una pietra
A essere cosa sola col suo nome
È come l’istinto che urla
Per il silenzio del petto –
Vocali galattiche che sostengono la vita
E danno forza alla lirica.

Conosci una lingua nel profondo
Quando sei strappato alla tua lingua madre
E vivi l’esilio dell’essere senza parole:
Un migrante o rifugiato
Che vuole essere capito,
Allungando una mano segnata, eloquente.

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...