Quando su un volto desiderato si scorge il segno

Quando su un volto desiderato si scorge il segno
di troppe stagioni e una vena troppo scura
si prolunga nella stanza, quando le incisioni
della vita giungono in folla e il sangue rallenta
dentro i polsi che abbiamo stretto fino all’alba,
allora non è solo lì che la grande corrente
si ferma, allora è notte, è notte su ogni volto
che abbiamo amato.

Milo De Angelis (Milano, 1951), da Tema dell’addio (Mondadori, 2005)

Annunci

4 commenti on “Quando su un volto desiderato si scorge il segno”

  1. Fiorella D'Errico ha detto:

    Solitamente De Angelis mi piace. Innegabilmente, sa scrivere. Ma questa mi sembra un po’ banale, una specie di sillogismo con cose già sentite.

  2. Luigi R. ha detto:

    Bellissima! Ha il tono solenne e assorto della grande poesia e si conclude con una nota di sentita amarezza

  3. Stefi ha detto:

    Mi è piaciuta tanto. C’è qualcosa di classico e insieme di misterioso in questi versi, che ti conducono per mano verso lo scacco matto, la notte implacabile che circonda ogni donna amata. Semplicemente bella.

  4. Maria M. ha detto:

    Come mi identifico in questi versi! Sono proprio belli, dicono l’infinita tristezza di un bilancio e la dicono con un ragionamento acceso


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...