Di mattina presto in motoscafo

«Dighe che ‘l vada pian 

                                      che me manca ancora un ocio»                                 
Di mattina presto in motoscafo
le donne si truccano
il viso
intirizzite dal freddo armeggiano
svelte con specchietti e pennelli
e io là di fronte seduto
aspetto che arrivi
il momento cruciale
quando devono tracciare
– contro onde
e attracchi sbagliati –
dritta quella linea sotttile
sotto gli occhi.

Andrea Longega (Venezia, 1967) da Finìo de zogàr (Il ponte del sale, 2012)

De matina presto in batèlo
le done se dà
el truco sul viso
ingrotoìe dal fredo le briga
svelte co specéti e penèli
e mi là davanti sentà
speto che riva
el momento crucial
co le ga da tirar – contro onde
e atràchi sbagliai –
drita quela riga fina
a la base de i oci.

Annunci

One Comment on “Di mattina presto in motoscafo”

  1. Antonio ha detto:

    Finalmente una poesia del Prof! Number One!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...