Così trasporti gli anni

Così trasporti gli anni
tra falsi amori
perché nulla cambi,
riducendo in pigrizia
ogni terrore: nel punto fermo
senza distorsioni, tra due inaccessibili
passioni, che nulla si avvicini
veramente, che nulla se ne vada.

Patrizia Cavalli (Todi, 1947), da Poesie (Einaudi, 1992)