Una voce

Tutto ciò, amico mio,
Vivere, che annoda
Ieri, nostra illusione,
A domani, nostre ombre.

Tutto ciò, e che fu
Così nostro, ma
Non è che questo cavo delle mani
In cui acqua non resta.

Tutto ciò? E la più
Nostra felicità:
Il volo greve dell’upupa
Nel cavo delle pietre.

Yves Bonnefoy (Tuors, 1923) da Le assi curve (Mondadori, 2007)

Tout cela, mon ami,
Vivre, qui noue
Hier, notre illusion,
A demain, nos ombres.

Tout cela, et qui fut
Si notre, mais
N’est pas que ce creux des matins
Où eau ne reste.

Tout cela? Et le plus
Notre bonheur:
L’envol lourd de la huppe
Au creux des pierres.

Annunci

One Comment on “Una voce”

  1. savino ha detto:

    pubblicate delle brutte poesie….chi le sceglie…^


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...