E poi la cosa più stupefacente

E poi la cosa più stupefacente
è che noi siamo parenti del niente,
tutti, tutti, sì, dimmi di no,
fammi il piacere dillo, tanto per sentirlo,
dimmi che questo niente è titolato
pari di Francia, sapiente della Chiesa,
agente immobiliare ormai insediato
al centro storico o in qualche via adiacente.

Patrizia Cavalli (Todi, 1947), da Poesie (Einaudi, 1992)


One Comment on “E poi la cosa più stupefacente”

  1. poetella ha detto:

    Che pazza ‘sta donna!
    Molto Like.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...