Voler bene a una persona

Voler bene a una persona
è un lungo viaggio – –

rupi, cadute d’acqua e bui
improvvisi, dilatati
il chiuso di foreste,
lampi a volte
sul silenzio così vasto del mare

e strade sopraelevate, grida

viali immersi all’improvviso
in una luce sconosciuta.

Voler bene a uno, a mille, a tutti
è come tener la mappa nel vento.
Non ci si riesce ma il cuore
me l’hanno messo al centro del petto
per questo alto, meraviglioso fallimento.

Sugli altipiani di ogni notte
eccomi con le ripetizioni e le mani rovesciate della poesia:
non farli stare male, sono tuoi, non farli andare via.

Davide Rondoni (Forlì, 1964), da Avrebbe amato chiunque (Guanda, 2003)

Annunci

2 commenti on “Voler bene a una persona”

  1. natàlia castaldi ha detto:

    questa proprio non mi piace. Sorvolando sul resto, ché da dire ce ne sarebbe e tanto, ma all’ultima terzina, mi chiedo in quel “non farli stare male, sono tuoi”: chi? che cosa?
    un po’ di consecutio, magari un maggiore sforzo,credo, non guasterebbe e alla poesia e alla buona scrittura.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...