La sorprendente mattina

La sorprendente mattina
era tutta appuntata di rondini.
Verde. Celeste. Gridavano di conoscerlo
bene colui che io non conosco.
Un premio di luce virava la camera
al paradiso. Poche cose sul letto.
Scarpe accanto. Tavolino.
A casa ovunque
con le parole.

Mariangela Gualtieri (Cesena, 1951), da Bestia di gioia (Einaudi, 2010)