Poeta

Tutto ciò che scrivo può generare
dall’applicazione ripetitiva
di regole che elaborano simboli,
entrambi presi da insiemi finiti.
Questo dice Chomsky, o buon lettore.
Così diventa mia consolazione
ricordare che la scimmia di Eddington
pestando a caso su una tastiera
potrebbe scrivere questa poesia.
Magari col tuo nome come autore.

Vincenzo Della Mea (1967), da Algoritmi (Lietocolle, 2004)